Organismi autotrofi ed eterotrofi

by | Mar 16, 2022

Gli organismi si suddividono in autotrofi ed eterotrofi a seconda del loro tipo di metabolismo. Gli organismi autotrofi hanno un metabolismo che permette loro di ricavare energia direttamente dalla radiazione solare. È la luce a permettere agli organismi autotrofi di crescere, sopravvivere e riprodursi. A questa classe appartiene tutto il regno delle piante e alcuni microorganismi. Gli eterotrofi, invece, hanno necessità di assimilare l’energia dall’esterno.

Esistono delle relazioni specifiche tra organismi autotrofi e organismi eterotrofi. Senza i primi, infatti, non esisterebbero i secondi.

Flusso energetico primario e secondario

La presenza di organismi autotrofi ed eterotrofi permette di tracciare un flusso di energia che dai primi si direziona verso i secondi. Da un punto di vista ecologico, gli organismi autotrofi sono definiti con il termine di produttori primari mentre gli eterotrofi sono consumatori. I produttori fissano la radiazione luminosa, tramite la fotosintesi clorofilliana, in molecole a base di carbonio. Gli zuccheri e gli amidi sono i prodotti che derivano dalla conversione dell’energia luminosa in energia chimica.